info@forvezeta.it

home
2° giro del mondo
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

grecia 2015
cipro 2015
turchia 2015
giordania 2015
israele 2015
egitto 2015
oman 2015
sri lanka 2015
seychelles 2015
madagascar 2015
mauritius 2015
malesia 2015
indonesia 2015
fiji 2015
australia 2015
nuova zelanda 2016
tonga 2016
bolivia 2016
peru 2016
ecuador 2016
colombia 2016
galapagos 2016
cile 2017
patagonia 2017
argentina 2017

 

 

GRECIA
 

La Grecia è famosa per la sua storia contrassegnata da epoche gloriose, come l'età dell'oro, il periodo ellenistico e la successiva millenaria epoca bizantina. Qui è nata la democrazia, il teatro, i più grandi filosofi ed i giochi olimpici. La posizione geografica, a cavallo tra il continente europeo, asiatico e africano, ha favorito gli scambi e la conoscenza tra antichi popoli come gli Egiziani, i Fenici, i Persiani. Molti miti greci hanno proprio a che fare con la colonizzazione e l'esplorazione di luoghi sconosciuti ad opera degli antichi viaggiatori vedi Giasone e Ulisse. Dal 1981 è entrata nell'Unione Europea, ha conosciuto una crescita economica sul finire degli anni '90, grazie all'industria ed al turismo ed ha adottato l'Euro come moneta ufficiale. Dal 2009 una gravissima crisi economica ha fatto salire il debito pubblico, con conseguenti drastiche misure e tagli da parte del governo, con inevitabili ripercussioni sui ceti meno abbienti.

________________________________________________
ATENE

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(1)-08/01/2015 aereo Bergamo Atene: La capitale Ellenica non è stata una scelta casuale per iniziare il giro del mondo, grande la curiosità di calarmi per un paio di giorni nella storia dell'antica Grecia con l'Acropoli, i suoi siti, i musei.  Volevo anche dare un senso sportivo legato alla mia passione ed entrare in un luogo che mi ha fatto emozionare dal piccolo schermo, lo stadio centenario dove nel 2004 il nostro Baldini vinse l'oro olimpico nella maratona. Giornate soleggiate illuminano il Partenone e tutta la collina dove si staglia maestoso il tempio voluto da Pericle ed ai suoi piedi l'Ancient Agora, cuore sociale e piazza di incontri dove nacque la democrazia e parzialmente defilato il tempio Olympian Zeus con la vicina porta di Adriano. Sono molti i punti di interesse, praticamente ci ho passato 4 giorni, con sufficiente calma mi son soffermato a leggere le varie descrizioni, ho passeggiato su vie millenarie. Purtroppo di conservato c'è poco, tutto è ricostruito o presentato come rudere, la distruzione ed il saccheggio hanno segnato queste aree di interesse storico. Comunque tutta la zona è molto bella, ogni giorno migliaia di persone arrivano non solo per una visita, ma anche per mangiare in uno dei tanti locali o per passeggiare tra viuzze e mercatini.  I musei non mancano, stupendo il Museo archeologico Nazionale, tra i dieci più famosi al mondo, con opere dei vari periodi dell'antica Grecia ed ammirazione per la maschera di Agamennone e la statua di bronzo del Poisedone di Artemissio. Il museo dell'Acropoli conserva i fregi del Partenone nel nuovissimo edificio che merita di essere visto per la bellezza delle sale interne e per la terrazza con vista spettacolare. La più grande emozione però l'ho avuta alla vista del Panathenaic Stadium, grandioso, marmoreo ed incastrato nella collina. Ho fatto il giro delle tribune, mi sono immedesimato in Baldini corricchiando sul nero tartan ed ho gioito al punto di arrivo della maratona olimpica. ( vedi video ) Brividi, brividi, brividi. Se un giorno tornerò alle maratone, il mio rientro avverrà in questo stadio centenario, dove si svolsero le prime olimpiadi nel 1896. Per concludere, di Atene non mi è piaciuto che si fumasse, ed alla grande, in ristoranti e bar e poi il lievitare dei prezzi per spennare i turisti. Io mi sono subito adattato ed ho bevuto e mangiato dove andava la gente del posto e cioè " le taberne ", locali alla buona, musica tradizionale, prezzi nella norma e molta cordialità.

________________________________________________
L'ISOLA DI CRETA

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(2)-13/01/2015 aereo Atene Chania: Arrivo in quella che è considerata la seconda città più grande dell'isola e trovo una situazione meteo desolante, pioggia, vento, mare gonfio e onde incredibili. Per fortuna in una giornata il tutto si esaurisce e Chania, illuminata dai primi raggi che sbucano tra i nuvoloni, mostra tutta la sua bellezza con palazzi in stile veneziano che si affacciano sul porto. Il lungo dominio veneto ha lasciato un' imponente fortificazione a difesa della città ed una serie di stretti vicoli, dove i turisti si addentrano in cerca di locali e negozi. Non essendo stagione, si può godere tranquillamente ogni angolo della old town ma qui assicurano che nei momenti di punta è il delirio.
 

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(3)-16/01/2015 bus Chania Rethymno: Mi sposto di una sessantina di km, con un comodo bus, ed arrivo in una città che ha forti connotati veneziani ed ottomani. La Fortezza posta sulla collina Paleokastro domina la città ed è un vero peccato che in questo periodo non sia aperta al pubblico. Dove invece turisti e residenti vivono Rethimno sono le viuzze del centro storico ed il lungomare El Venizelou con i tanti locali all'aperto, le taverne ed i negozi. Il piccolo porto veneziano è patrimonio dell'Unesco ed i minareti e le moschee ricordano i 250 anni di permanenza ottomana. La città è graziosa, in questo periodo abbastanza spenta per i pochi turisti e la chiusura di molti esercizi.
 
 
MOBILE GALLERY           PC GALLERY
 
(4)-19/01/2015 bus Rethymno Heraklion: Altro bus ed una ottantina di km per ammirare le bellezze dell'isola dalla strada panoramica che affianca la costa. Heraklion è la città più popolosa ed anche la capitale ed oltre al mare, vanta un bellissimo museo archeologico con reperti di Cnosso che risalgono fino a cinquemila anni fa. Cinta da imponenti mura venete Heraklion si anima nelle vie colme di bar, ristoranti e negozi ed offre ai turisti la cattedrale di San Minas, la fontana Morosini, la loggia veneziana, il piccolo porto antico con il fortress Koules. La vicina Cnosso con il suo palazzo reale, fa rivivere il mito di Minosse e la leggenda del Minotauro, prigioniero nel famoso labirinto.
 
________________________________________________
L'ISOLA DI RODI

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(5)-22/01/2015 aereo Heraklion-Atene-Rodi: Rodi non ha particolari tracce del passato ma basta ricordare il Colosso di Rodi per capire che anche qui la storia ha fatto il suo corso. Non c'è chiarezza sul punto esatto dove si ergeva la statua alta 32 metri raffigurante il dio protettore Helios, oltre 2300 anni fa. Ora è ricordata con due colonne proprio all'ingresso del porto, dove si pensa abbia visto lo splendore per cinquanta anni, prima che un violento terremoto lo abbattesse. Sul monte Smith a pochi km dal centro, si trovano i resti della acropoli, che conserva tracce del tempio di Apollo, di un teatro e dello stadio. La posizione è incantevole, in mezzo al verde ed agli uliveti, peccato che il completo abbandono la renda poco appetibile. Stupenda invece la città vecchia, patrimonio dell' Unesco e più antico borgo medioevale continuamente abitato in Europa. Protetta da mura impenetrabili, ha nel palazzo del Gran Maestro il punto più visitato e fotografato e nelle antiche moschee ed il bazar turco, le parti più interessanti. Uscendo di una cinquantina di km dalla città con un bus di linea, ho potuto ammirare la cittadina di Lindos, una delle più antiche dell'isola e citata anche da Omero. L'acropoli datata IV secolo a.c. è stata costruita sulla collina alta 116 metri e nel XIV secolo i cavalieri di Rodi, vi costruirono intorno il castello. L'immagine della fortezza sul pendio, con le colonne del tempio di Atena Lindia e le case bianche ai suoi piedi, fanno di questo piccolo paese uno dei luoghi più caratteristici dell'isola di Rodi.   

VEDI ALTRE TAPPE DEL GIRO DEL MONDO IN 800 GIORNI

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------