info@forvezeta.it

home
giro mondo 2017-2020
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

grecia 2015
cipro 2015
turchia 2015
giordania 2015
israele 2015
egitto 2015
oman 2015
sri lanka 2015
seychelles 2015
madagascar 2015
mauritius 2015
malesia 2015
indonesia 2015
fiji 2015
australia 2015
nuova zelanda 2016
tonga 2016
bolivia 2016
peru 2016
ecuador 2016
colombia 2016
galapagos 2016
cile 2017
patagonia 2017
argentina 2017

 

ISOLE FIJI
 

La repubblica delle isole Fiji è un arcipelago dell'Oceania di 322 isole di cui 106 abitate, si trova a est dell'Australia di circa 3.000 km, a nord della Nuova Zelanda di 2.000 e rispetto all'Italia quasi agli antipodi. L'isola più grande Viti Levu ospita i tre quarti della popolazione totale, stimata in 900.000 unità e la capitale Suva è il più grande centro urbano del Sud Pacifico. Altre città importanti sono Nadi, per l’aeroporto internazionale e Lautoka, seconda per numero di abitanti, circondata da piantagioni di canna da zucchero e sede di una grande fabbrica. La meraviglia delle Fiji arriva dal mare con le tante isole dove il turismo privilegia Beqa Lagoon, per i siti di immersione, il gruppo delle Mamanuca con splendide spiagge bianche ed il gruppo delle Yasawa, esclusive e selvagge, circondate dalla barriera corallina con acque color cobalto e coralli variopinti. A Nanuya Lailai si trova la celeberrima Blue Lagoon che diede il nome al film dei primi anni ottanta con Brooke Shields. Ed è proprio su queste isole che passerò buona parte dei cinquanta giorni alle Fiji, in attesa che finisca l'inverno in Australia.

________________________________________________
NADI

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(58)-26/08/2015 Aereo Bali-Sydney-Nadi: Sei ore di volo da Bali a Sydney ed ancora quattro per raggiungere Nadi, punto di arrivo di tutte le rotte internazionali alle isole Fiji. Mi fermo qualche giorno nei pressi dell'aeroporto per gestire i traghetti che mi porteranno sulle varie isole e per gli ultimi acquisti. Wailoaloa è una zona dove in molti si fermano prima di trasferirsi nelle varie destinazioni, è ben collegata a Nadi città ed al porto. La spiaggia è di sabbia scura e risente molto del fenomeno della bassa marea, il mare direi che è bruttino, in compenso è calmo e con acqua calda. I fijani sono cordiali, salutano sempre con Bula, che equivale al nostro ciao e fanno impressione per il fisico possente, sia uomini che donne. Il cibo è di buona qualità, prezzi nella media, a parte i traghetti ed i resort sulle isole, che per l'esclusività obbligano a prendere la pensione completa.

________________________________________________
BOUNTY ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(59)-30/08/2015 Boat Nadi-Bounty Island: Bounty Island è la prima delle isole Mamanuca che si incontra con partenza da Nadi. E' una piccola isola con solo il resort omonimo, spiaggia di sabbia bianca ed uno stretto sentiero di 1300 metri che fa il giro dell'isola, tra la fitta vegetazione. Il mare è molto bello, limpido e protetto dalla barriera corallina, risente della bassa marea ed ha un abbassamento di un paio di metri, nel primo pomeriggio. Dove è posizionato il resort, questo fenomeno rende ancor più limpido e calmo il mare mentre nella parte selvaggia e lontana, affiora la barriera corallina. Oltre a pesci e coralli, capita di trovarsi a poca distanza un baby Shark, ce ne sono parecchi e sembra che non facciano niente. Bounty Island è un oasi di pace, tutto il team è fantastico, sempre sorridenti, chitarra in mano e mai stressanti con le varie iniziative. Molto suggestiva la Kava Ceremony, un rito di benvenuto tipico di queste zone, dove, tutti disposti in cerchio, si beve l'infuso di radice di Kava, considerata una droga leggera che rilassa. In una grossa tazza in legno, viene filtrata la polvere in una sacca di stoffa, miscelata con acqua e se ne ricava una bevanda scura, dal gusto amaro e narcotizzante. Usando una metà di noce di cocco, viene offerta la bevanda ed il rito prevede un battito di mani da parte del ricevente, dire Bula ad alta voce, bere tutto in un sol colpo e per finire altri tre battiti di mani. Dicono che il popolo delle Fiji sia tra i più felici al mondo e sicuramente la Kava qualche cosa ha che fare.

________________________________________________
BEACHCOMBER ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(60)-04/09/2015 Boat Bounty-Beachcomb.: Bastano venti minuti di boat per arrivare a Beachcomber Island  da Bounty Island. E' la seconda tappa delle Mamanuca e trovo un'isola piccolissima, pensata per una clientela giovane, con musica tutto il giorno e la sera disco fin oltre mezzanotte. La spiaggia di sabbia bianca è ampia di fronte al resort ma poi si restringe fino a diventare pietraia scivolosa nella parte posteriore. E' tutto bello, racchiuso in un fazzoletto di terra che sbuca da uno splendido mare, ma non fa al caso mio per mancanza di spazio, sentieri, possibilità di correre e passeggiare. Si fa il giro dell'isola in dieci minuti e correrci è impossibile per le troppe insidie della spiaggia ed internamente ci sono solo vialetti di sabbia che portano ai vari bungalow. Son riuscito a ricavare un percorso da duecento metri, con 6 curve a gomito, ma non è corsa, si tratta di una sfida continua con il terreno sabbioso per mantenere l'equilibrio e non affondare con le scarpe.

________________________________________________
WAYA ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(61)-09/09/2015 Boat Beachcomber-Waya: Lascio le piccole e piatte isole Mamanuca ed approdo a Waya Island, mio primo itinerario nel gruppo delle Yasawa. Lo scenario cambia completamente, l'isola è grande, ha diverse montagne ed oltre al resort ospita tre nuclei abitati con mille residenti. Octopus è una bella struttura e trovo la sorpresa di un manager italiano, Cesare, che gestisce il complesso e orgogliosamente mi dice che la barriera corallina è stata giudicata tra le più belle al mondo. Curioso decido di darmi allo snorkeling e la visione che mi si presenta è di un bello incredibile, con coralli e pesci colorati. La spiaggia di sabbia bianca è lunga e termina con grossi blocchi di lava solidificata, tanto per ricordare che l'isola ha origini vulcaniche. Le giornate scorrono tra mare, passeggiate in montagna e corsa serale. Una bella escursione mi porta al peak, il punto più alto dell'isola con una meravigliosa vista mentre per correre ho ricavato un tratto in salita di 500 metri da ripetere più volte, su uno stretto sentiero in condivisione con maiali, mucche ed i simpaticissimi fijiani, che tornano al villaggio dopo una giornata di lavoro al resort.

________________________________________________
NANUYA ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(62)-15/09/2015 Boat Waya-Nanuya: Altro breve trasferimento nella vicina isola Nanuya Balavu dove si trova il Mantaray resort. Il villaggio prende il nome dai giganti del mare omonimi che possono raggiungere i sette metri di larghezza e la tonnellata di peso. In uno stretto di mare vicino si nuota a contatto con le Mantaray ed è impressionante osservare dall'alto questi bestioni che si muovono trascinati dalle correnti marine. L'isola ha origini vulcaniche, le asperità sono minime e non ci sono sentieri definiti per escursioni o passeggiate. La barriera corallina non è al livello Octopus, la spiaggia è piccola e di sabbia mista a frammenti corallini mentre il mare è cristallino e calmo. La gente delle Fiji è incredibile, mai visto tanta cordialità e simpatia, sempre allegri e sorridenti, chitarra pronta per intonare i canti tradizionali ed una propensione al dolce vivere. Il Fiji time è una sosta irrinunciabile e se ne contano oltre cinquanta a giornata. Qualsiasi cosa facciano, ogni 15 minuti si fermano a riposare ed anche le attività lavorative impattano inevitabilmente con questa abitudine.

________________________________________________
NACULA ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(63)-21/09/2015 Boat Nanuya-Nacula: In due ore mi sposto all'estremo nord del gruppo Yasawa sulla bellissima isola di Nacula. Questo è il mio posto ideale, mare favoloso con barriera corallina molto bella ed un infinità di pesci, spiaggia lunga di sabbia bianca, montagne con sentieri corribili e vista mozzafiato. Il resort Blue Lagoon è il migliore di quelli finora visitati e la cordialità dello staff è sempre incredibile. Unica nota negativa il meteo che dopo un mese di bel tempo, ha condensato in questa settimana tutte le nuvole e la pioggia dell'Oceano. Peccato perchè nei due giorni di sole l'isola ha mostrato tutti i colori della natura con un connubio affascinante tra mare e montagna. Ho avuto comunque la possibilità di visitare il villaggio di Nacula che ospita circa 300 fijani, ben organizzato con ambulatorio medico, chiesa e la grande scuola che ospita tutti i bambini dell'isola. Per il maltempo non son riuscito ad andare nella grotta dove è stato girato il film Blue Lagoon con Brooke Shields, ma non è un problema in quanto è possibile andarci anche dalla prossima isola, la vicina Tavewa.

________________________________________________
TAVEWA ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(64)-28/09/2015 Boat Nacula-Tavewa: Tavewa Island si trova proprio di fronte a Nacula e condivide il magico scenario del nord Yasawa. E' esposta ai venti e nella parte più selvaggia ha il miglior specchio d'acqua che io abbia visto. Il resort Coralview è a conduzione familiare ed ha uno staff tra i più friendly. Una splendida settimana di sole colora l'incredibile mare di blu e verde ed illumina la barriera corallina, dove pesci e coralli fanno a gara per stupire chi si regala lo snorkeling reef. Questo paradiso ha uno scenario fantastico, con isole caratterizzate da belle montagne e mare da sogno. In una isoletta si trova la celeberrima Sawailau Caves, dove fu girato parte del film Blue Lagoon con Brooke Shields. Una grotta all'interno della montagna, nasconde una piscina naturale blu cobalto, con pareti calcaree baciate dai raggi solari. Uno stretto passaggio sott'acqua di circa 15 secondi, collega la grotta principale ad altre completamente buie, che illuminate dalla torcia della nostra guida, mostrano graffiti ed un fondale caratterizzato da rocce bianche. Questo cunicolo è denominato Pregnancy Cave perchè le donne gravide non ci passano. Ritenute nella tradizione figiana regno di Uluitini, il dio a dieci teste, sono state teatro di cannibalismo fino al XIX secolo.

________________________________________________
ROBINSON CRUSOE ISLAND

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(65)-05/10/2015 Boat Tavewa Island-Nadi: (66) 06/10/2015 Bus+Boat Nadi Robinson:(67)-13/10/2015 Bus+Boat Robinson-Nadi: Dopo 35 giorni tra Mamanuca e Yasawa, rientro a Nadi per una notte per poi spostarmi sulla Golden Cost ed in traghetto, arrivare alla Robinson Crusoe Island. Se alle Yasawa ho visto il mare più bello qui devo dire che ho la sorpresa di trovare il più brutto. Acqua torbida ed alghe non invogliano a bagnarsi e ci si accontenta delle belle giornate di sole e degli spettacoli. Robinson Crusoe è una vera attrazione turistica per il miglior gruppo di animazione, specializzato in fire dancing e danze locali. Viaggi organizzati mattutini e pomeridiani, portano sull'isola decine di persone, desiderose di assistere alle esibizioni. Il resort è caratteristico e diverso da tutti gli altri, per fare la doccia si usa un secchio, i denti si lavano con acqua minerale, niente corrente elettrica da mezzanotte alle sette e connessione internet inesistente. Con questa sono sette le isole in cui sono stato, oltre alla mainland Viti Levu. Cinquanta giorni di mare sono tanti ma il fatto di cambiare destinazioni e conoscere gente, han reso piacevole questa permanenza. I veri fijiani sono incredibili, sempre allegri e pronti al saluto con "Bula", fanno della risata e del fiji time il loro momento irrinunciabile. Il mare e' meraviglioso nelle Mamanuca e Yasawa e la barriera corallina mi ha reso uno snorkeling affezionato. Inoltre son riuscito a correre tutti i giorni, passando dalla desolazione dei vialetti di sabbia alle splendide uscite montane con vista mozzafiato. Ora mi aspetta la Melbourne half marathon che segnerà il mio rientro agonistico dopo due anni. Intanto saluto le Fiji con un grande Vinaka e Bula everyone.

VEDI ALTRE TAPPE DEL GIRO DEL MONDO IN 800 GIORNI

 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------