info@forvezeta.it

home
2° giro del mondo
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

grecia 2015
cipro 2015
turchia 2015
giordania 2015
israele 2015
egitto 2015
oman 2015
sri lanka 2015
seychelles 2015
madagascar 2015
mauritius 2015
malesia 2015
indonesia 2015
fiji 2015
australia 2015
nuova zelanda 2016
tonga 2016
bolivia 2016
peru 2016
ecuador 2016
colombia 2016
galapagos 2016
cile 2017
patagonia 2017
argentina 2017

 

 

AUSTRALIA
 

L'Australia è grande venti volte l'Italia pur avendo meno di 25 milioni di abitanti. Il territorio è arido nonostante sia circondata dagli oceani e la maggior parte della popolazione e' concentra nel sud, dove il clima e' piu' temperato. Oltre il 90% risiede nelle città, per il resto la presenza umana è scarsa e distribuita in piccoli centri; l'attività dominante è l'allevamento ovino, famoso per la lana, insieme con la coltivazione dei cereali e lo sfruttamento delle ricche risorse minerarie ed energetiche. Nella regione nord orientale si trova la foresta tropicale ed a ovest si estendono vaste praterie, steppe e deserti. In Australia è sopravvissuta una fauna molto originale: almeno 160 specie di mammiferi estinti o sconosciuti altrove. Il canguro, con oltre cinquanta varietà, è il più noto dei marsupiali ed insieme al koala è un po' l'emblema ed il vanto. Da non sottovalutare la presenza degli animali più pericolosi e letali al mondo come i serpenti, le meduse, i ragni ed i coccodrilli.

________________________________________________
MELBOURNE

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(68)-14/10/2015 Aereo Nadi-Melbourne: Come partenza del tour di tre mesi in Australia, scelgo Melbourne che segnerà il mio rientro alle gare agonistiche dopo 29 mesi. Arrivo con qualche giorno di anticipo e finalmente ho la possibilità di correre su asfalto, fare qualche allungo e provare le nuove Pegasus 32, acquistate all’aeroporto di Nadi. In albergo trovo la mia canotta fodipe, speditami dall’Italia da Sei Secondi e Tuono. Melbourne è una bella città con circa 4,5 milioni di abitanti, capoluogo dello stato Victoria, ha impianti sportivi magnifici, ciclabili per correre o andare in bicicletta e parchi curatissimi per passeggiare. La partenza della mezza maratona è alle 8:00, un’ora dopo la maratona ed in contemporanea con il diecimila. Tutte le gare hanno partenze e percorsi diversi e nonostante i ventimila partecipanti, una grande organizzazione ed un massiccio uso di volontari permettono il regolare svolgimento della manifestazione. La temperatura è ideale, cielo coperto, aria fresca ed assenza di vento, mi mettono di buon umore, speranzoso di non avere problemi di crampi. Circa in settemila scattano allo sparo della half marathon e le sei corsie sgranano velocemente il gruppone diretto verso la parte sud della città. Corro senza cronometro, facendo gara solitaria e fidandomi delle sensazioni, privilegiando la respirazione senza mai andare in affanno. Lunghi viali agevolano il ritmo ed il primo riferimento lo trovo ai cinquemila, dove passo appena sotto i 25′ poi diecimila a 49′, e costante progressione fino al diciottesimo per poi dare tutto negli ultimi 3 km. Non mi sembra vero di entrare nello stadio e poter addirittura fare la volata. Rallento solo ad una decina di metri dal traguardo, quando guardando il display, resto stupito dal tempo che si fissa in 1h41’16 ( vedi certificato ). Un risultato che non mi aspettavo, avevo persino timore di non stare sotto le due ore, ma quando entro nell'atmosfera della gara mi trasformo ed ottengo risultati che vanno al di la delle aspettative. Il regalo più bello arriva lunedì quando mia figlia Federica, che vive a Sydney da due anni, mi raggiunge e con il suo boyfriend, passiamo due bei giorni prima di volare in Tasmania.

________________________________________________
TASMANIA

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(69)-21/10/2015 Aereo Melbourne-Hobart: La Tasmania è un'isola dell’Australia, posta a sud est rispetto al continente ed è separata dalla costa meridionale dai 240 km dello Stretto di Bass. L’isola è un vero e proprio paradiso, con montagne frastagliate, dolci pascoli, fitte foreste secolari e bianche spiagge incontaminate.. Il 40% dell’isola, con i suoi 18 parchi nazionali e più di 2000 km di sentieri da percorrere esclusivamente a piedi, è considerato patrimonio mondiale dell’umanità. Hobart è la capitale e dopo Sydney, risulta essere la più antica, essendo stata fondata nel 1804. Affacciata sul mare ha un porto naturale importante, case coloniali, stupende ciclabili e parchi. Giornate soleggiate tengono la temperatura intorno ai diciotto gradi mentre di sera scende bruscamente sotto i dieci, per i venti gelidi che arrivano dall'Antartide. Il borgo antico di Battery Point e Salamanca Place, con il mercato settimanale, sono i punti di richiamo per i turisti. Per cercare una situazione più calda, mi sposto a nord di 200 km ed in bus raggiungo la cittadina di Launceston, la seconda più grande della Tasmania. In effetti il clima è più temperato, si sta bene sia di giorno che di sera e si vive in mezzo alla natura. La riserva Cataract Gorge, splendidamente conservata ed i sentieri lungo il Tamar River, offrono belle passeggiate a contatto con animali di vario tipo.

________________________________________________
BRISBANE

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(70)-31/10/2015 Aereo Launces.-Brisbane: Dopo la Tasmania avevo intenzione di salire da Perth per poi scendere da Cairns lungo la Susnshine e Gold Coast. L'aria pungente ed il clima non proprio estivo della parte occidentale, mi han fatto cambiare idea ed ho optato per volare a Brisbane. Capitale del Queensland, gode di un clima temperato per tutto l'anno e prende il nome dal fiume che taglia la città. Un centro vivace ed il lungo fiume ricco di locali, parchi e musei, sono i punti di ritrovo per giovani e famiglie, che hanno la fortuna di vivere la città all'aria aperta, supportati da strutture gratis come le piscine ed invogliati a stare in movimento sulle bellissime ciclabili che coprono venti km di riverside. Un comodo treno in un ora porta alle splendida Gold Coast, ricca cittadina sull'Oceano, dove alberghi di lusso affiancano la lunga spiaggia di sabbia finissima.

________________________________________________
HERVEY BAY E AIRLIE BEACH

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(71)-04/11/2015 Bus Brisbane-Hervey Bay: (72)-10/11/2015 Bus Hervey Bay-Airlie Be.: Da Brisbane a Cairns ci sono 1700 km e con i costosissimi bus Greyhound è possibile fermarsi a Hervey Bay e Airlie Beach, due località tra le più belle della Sunshine Coast. Anche se l'aereo costa meno della metà, mi butto in questa avventura on the road verso nord, iniziando con i 300 km che separano Brisbane dalla prima destinazione. Hervey Bay è una piccola cittadina che si trova proprio di fronte alla Fraiser Island, attrazione turistica perchè considerata la più grande isola di sabbia al mondo. I prezzi per un day tour sono esorbitanti, mi accontento della lunga spiaggia, del sole e dell'oceano incredibilmente caldo di Hervey, di isole ne ho viste abbastanza alle Fiji. Tutta questa parte di costa la considero come trasferimento, senza programmi definiti, il mio obiettivo è arrivare a Darwin nel nord della grande Australia, per poi scendere ad Alice Springs tra parchi, deserti e montagne rocciose. Una ciclabile bellissima completa questa bella tappa dove mi son gustato la zona costiera con le ormai giornaliere uscite di corsa, pur con temperature elevate e problemi di respirazione. Lasciata Hervey Bay mi faccio 900 km di bus in 14 ore notturne per arrivare a Airlie Beach, altro piccolo paese, amato in particolar modo dai backpackers per bar, ristoranti e locali notturni. Punto di partenza per una visita alle incontaminate isole Whitsunday, Airlie Beach ha una piccola spiaggia di sabbia e bellissimi giardini impreziositi da palme. Con le dolci colline a fare da sfondo ci si rilassa nella Laguna, piscina pubblica artificiale a ridosso dell'oceano, assolutamente gratis e con tanto di bagnini. Qui il mare da Novembre a Maggio è sconsigliato per la presenza di Meduse velenosissime, che in Australia han causato decine di vittime, pertanto la Laguna è la zona dove ci si bagna e si prende il sole.

________________________________________________
CAIRNS E DARWIN

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(73)-16/11/2015 Bus Hervey Bay-Cairns: (74)-23/11/2015 Aereo Cairns-Darwin: Ultimo tratto in bus di 500 km per arrivare a Cairns, città tropicale che si affaccia sull'oceano Pacifico. Da Novembre è iniziata la bassa stagione per il periodo delle piogge, brevi ma che elevano l'umidità in modo pazzesco. La temperatura è oltre i 30 gradi e si fa fatica a respirare, tanta è l'afa. Cairns è frequentata in particolar modo per la Great Barrier Reef, la barriera corallina più grande al mondo. Nella foresta tropicale  si possono trovare animali nel loro habitat naturale e sulla costa numerose sono i siti di mangrovie. L'oceano che si affaccia sulla città è color marrone e con la bassa marea il fango offre una visione non certo idilliaca. Anche qui non è possibile entrare in acqua per la presenza di meduse e di alligatori. Una bellissima Lagoon, grande piscina attorniata da stupendi giardini, ripaga più che dignitosamente la mancanza di spiagge e mare. Da Cairns mi sposto nell'estremo nord a Darwin, con un volo di 2,5 ore. Anche qui trovo clima tropicale, leggermente meno umido ma con una temperatura oltre i 35 gradi. Le poche energie che mi erano rimaste, correndo tutti i giorni in situazioni estreme, me le sono giocate sulla bella ciclabile che affianca la costa. Avevo prenotato escursione a Litchfield, bel parco in zona, me l'hanno annullata per poche prenotazioni ed allora mi sono accontentato dei bei giardini, della spiaggia infuocata di Mindil e della zona dell'orto botanico. Il mio obiettivo è Alice Springs e la parte desertica di Uluru, con Ayers Rocks luogo sacro per gli aborigeni ed un tour di 6 giorni, con temperature oltre i 40 gradi, mi permetterà di vedere qualcosa di diverso e caratteristico.

________________________________________________
ALICE SPRINGS

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(75)-26/11/2015 Bus Darwin-Alice Springs: Il tour da Darwin ad Alice Springs macina 1500 km sulla Stuart Highway, la strada che taglia l'Australia in due e collega Nord a Sud, in un territorio arido e desertico. Sul mini bus guidato dal rasta Peter siamo in tredici con gentil sesso in maggioranza. A parte un New Zeland, tutti gli altri sono europei con 8 nazioni rappresentate. Per arrivare a Alice Springs impieghiamo tre giorni, fermandoci a dormire in camping attrezzati e riservati solo al nostro gruppo. La compagnia si dimostra molto simpatica e Peter fa da guida e collante in ogni situazione. Il viaggio non e' per niente noioso, ci si ferma in diversi parchi dove facciamo Kayak (Nitmiluk Katherine Gorge), bagni in contesti davvero splendidi (Mataranka Thermal Pools), visite a luoghi caratteristici come il Daly Water Historical Pub ed il lunare Devils Marbles. La temperatura di giorno è intorno ai 40 gradi con clima secco e meno pesante di Cairns, si deve bere in continuazione e munirsi di creme, mentre la sera cala sensibilmente e si va intorno ai 20 gradi. Sfruttando questo abbassamento di temperatura, riesco a correre sulla Stuart e terminare Novembre con 300 km. Ad Alice Springs mi fermo giusto per una notte e subito altro tour di tre giorni ad Uluru con uno dei simboli australiani e luogo sacro per gli aborigeni, l'Ayers Rock.

________________________________________________
ULURU-AYERS ROCK

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(76)-29/11/2015 Bus Alice Springs-Uluru: Altro tour di tre giorni e mille km in truck bus, verso Uluru-Ayers Rock, imponente massiccio roccioso di arenaria e luogo sacro per gli aborigeni, i cui antenati risalgono a circa 60.000 anni fa. Con una circonferenza di circa 9 km è spettacolare per il cambiamento di colore nelle diverse ore del giorno, grazie ai minerali che riflettono particolarmente la luce rossa. La superficie di Uluru riporta strati di pittura di migliaia di anni fa e diversi luoghi hanno valenza religiosa particolarmente forte per gli aborigeni e i turisti non possono avvicinarsi a determinate aree o scattare fotografie. Ci si trova di fronte ad un massiccio che stupisce per la sua maestosità ed è uno dei posti naturali che più mi ha affascinato in questo viaggio. Altra meraviglia del parco nazionale Uluru Kata Tjuta è la Valley of the Winds-Kata Tjuta, costituita da 28 cupole di granito, basalto e scisto ed anch'esso luogo sacro per gli aborigeni. Al di fuori del parco ma non meno affascinante il Kings Canyon, con un bel percorso segnalato che permette di vedere il cratere in tutte le sue sfaccettature. Per ammirare questi luoghi nel loro splendore sin dalle prime ore del mattino, sveglia alle quattro e belle camminate con una temperatura che ha toccato i 43 gradi.

________________________________________________
PERTH

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(77)-02/12/2015 Aereo Alice Springs-Perth: Quattro ore di volo per arrivare a Perth, capitale dell'Australia Occidentale. Rispetto ad Alice Springs ci sono 1,5 ore di differenza ed addirittura 3 nei confronti di Sydney, a conferma di quanto sia grande l'Australia. Il clima è perfetto, di giorno si arriva a 25 gradi mentre la sera si va sotto i 20 ed un bel maglioncino ci sta bene. I venti che spirano dall'Oceano Indiano la rendono mite ed il fiume Swang, che abbraccia la città, si presta per le regate. Perth è molto bella, il centro ha diverse vie dello shopping, tra i bellissimi parchi spicca il Kings Park, inserito tra i dieci migliori al mondo e lungo il riverside, tra giardini e ciclabili da sogno, lo scenario è da cartolina. La sera le piazze si animano con eventi e proiezioni cinematografiche ed i locali, nei fine settimana, sparano musica a paletta, il tutto sotto il controllo di un efficiente servizio d'ordine, con poliziotti a cavallo ed in bicicletta. Il rovescio della medaglia sono i tanti homeless che vivono per strada, alcuni in condizioni disumane, segno che comunque la sofferenza esiste anche in una nazione all'avanguardia che offre tanti servizi. Da Perth decido di salire la costa verso nord fino a Exmouth e ritorno, con un tour di 8 giorni per poi volare direttamente a Sydney.

________________________________________________
EXMOUTH

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(78)-14/12/2015 Bus Perth - Exmouth:  (79)-21/12/2015 Bus Exmouth - Perth: La Coral Coast che si affaccia sull'Oceano Indiano  e che sale da Perth verso Exmouth e' famosa per la presenza di alcuni luoghi tra i più belli dell'Australia. Per visitare questi angoli nascosti, mi affido ad un tour di otto giorni con 3000 km di bus. Appena usciti da Perth e per un centinaio di km il paesaggio e' impreziosito da colori e distese verdi poi diventa arido e desertico. Come del resto in tutta l'Australia, le strade sono simili alle nostre statali, una corsia per senso di marcia e velocità costante a 120 km orari. La densità abitativa e' bassissima, non ci sono città e si incontrano piccoli paesi ogni 50-100 km. Visitiamo molti parchi tra cui lo Yanchep National Park con Koala e Canguri ed il Nambung National Park con i famosi Pinnacles. Queste incredibili strutture di calcare che arrivano fino a 5 metri di altezza, si sono formate circa trentamila anni fa quando il mare si e' ritirato ed i venti hanno rimosso la sabbia circostante, lasciando le attuali forme. Nel Kalbarri National Park abbiamo la possibilità di provare il brivido della discesa in cordata da una roccia a strapiombo mentre a Monkey Mia ammiriamo lo spettacolo dei Delfini che arrivano a riva. Numerose sono le spiagge deserte che ci permettono di fare bagni in acque limpidissime, toccasana per sfuggire ai raggi del sole e temperature oltre 30 gradi. La visita piu incredibile e' però a Hutt River Province, una micronazione con un territorio di 75 km ed una piccola fattoria, dove un arzillo signore proclamò la propria indipendenza il 21 Aprile 1970. Ha creato un ufficio postale con tanto di timbro del principato sul passaporto dei turisti, francobolli, monete e statuto federale. La formale dichiarazione di secessione e' ritenuta valida in forza della quale un principe de facto, che giuri fedeltà alla corona inglese, non può essere accusato di tradimento. Anche questo tour mi ha soddisfatto per i luoghi e la loro storia ed in più le sistemazioni per la notte sono state ottime, sempre in ostelli accoglienti e puliti. Torno a Perth per gli ultimi due giorni ed il clima e' cambiato, un caldo soffocante e 36 gradi mi fanno desiderare ancora di più la destinazione di Sydney, dove troverò mia figlia Federica che vi risiede e mio figlio Marco in arrivo dall'Italia.

________________________________________________
SYDNEY - BRISBANE

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(80)-24/12/2015 Aereo Perth-Sydney:       (81)-27/12/2015 Aereo Sydney-Brisbane:(82)-31/12/2015 Aereo Brisbane-Sydney: L'aereo impiega 4 ore da Perth a Sydney ed al terminal 1 incontro mio figlio Marco, in arrivo dall'Italia per una vacanza di 17 giorni. Il Natale a Sydney non ha niente di caratteristico, l'atmosfera è surreale, fa caldo ed a Bondi Beach la spiaggia è stracolma di surfisti e bagnanti. Mia figlia Federica vive a Sydney da quasi 2 anni e con il fidanzato Florian, festeggiamo in un locale in centro e la sera cena soft a Darling. Ci concediamo belle passeggiate tra il Botanic Garden e l'Opera House  e gustiamo lo Skyline di Sydney dal torrione del Harbour Bridge. Il 27 salutiamo la compagnia ed io e Marco voliamo a Brisbane. Bella città, bel clima e relax assoluto tra il riverside e downtown. Non ci perdiamo la partita di calcio tra Brisbane e Melbourne nel bel Suncorp Stadium ed una giornata a Gold Coast, con la bellissima spiaggia di sabbia bianca e le onde oceaniche. A Brisbane mi concedo l'ultimo allenamento per concludere il mese con 300 km, nonostante i trasferimenti, il caldo e la lunga pausa natalizia. Il 31 Dicembre torniamo a Sydney nel tardo pomeriggio per lo spettacolo dei fuochi, le cui immagini arrivano per prime in Europa per celebrare l'inizio del nuovo anno. Tutte le strade che portano all'Opera House ed a Harbour Bridge sono chiuse al traffico ed un imponente servizio d'ordine controlla la fiumana di gente che in largo anticipo, prende posizione nei punti a pagamento e non. A noi non rimane che la posizione free proprio sotto il ponte ed alle 19:00, ben 5 ore prima di mezzanotte, siamo già piazzati. Attesa estenuante ben coperti per l'aria fresca della sera ma ne vale la pena. Quando inizia lo spettacolo è un continuo botto sulla baia e sul ponte ed a un certo punto sembra che tutto esploda tanti sono i fuochi. Una cosa mai vista e che resterà per sempre impressa nelle nostre menti. Affascinati dallo spettacolo riusciamo a rientrare velocemente in centro e festeggiare il nuovo anno in un pub, prima di ritornare in aeroporto e volare a Melbourne, dove arriveremo alle 8:30, quando in Italia non sarà ancora mezzanotte.

________________________________________________
MELBOURNE - ADELAIDE

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(83)-01/01/2016 Aereo Sydney-Melbourne:(84)-06/01/2016 Aereo Melbour.-Adelaide: Il primo giorno del 2016 arriviamo nella città sportiva per eccellenza, che vive nell'attesa del derby di cricket, alla presenza di centomila spettatori ed all'imminente Australian Open di tennis. Melbourne è una città molto viva ed il capodanno ha visto il tutto esaurito con le vie ed i centri commerciali presi d'assalto. Oltre a visitare la capitale dello stato Victoria facciamo due day tour, il primo sulla Great Ocean Road ed il secondo a Phillip Island. La Great Ocean Road richiede circa 500 km di bus ed il culmine è la visita allo spettacolare scenario dei Dodici Apostoli ma la sorpresa è stata di vedere diversi Koala in un lembo di foresta, assolutamente liberi, grazie all'autista alternativo, che non ha voluto seguire l'itinerario classico di tutti i tour. Phillip Island è imperniato su Pinguin Paradise, luogo dove ogni sera al tramonto, centinaia di piccoli pinguini escono dall'oceano e vanno a dormire sulle collinette oltre la spiaggia. Anche qui vediamo molti canguri saltellare in luoghi liberi, visitiamo una interessante fabbrica di cioccolato e ci fermiamo in spiagge incontaminate. Per gli ultimi tre giorni australiani, voliamo ad Adelaide dove brinderemo al primo anno di questo giro del mondo. La meta è Barossa Valley, la più famosa zona di produzione di vino australiano e tour imperdibile per chi sceglie la capitale del South Australia. Visitiamo quattro aziende vinicole, assaggiamo 27 vini, aggiungiamo un bel pranzetto a base di formaggi e salumi e salutiamo degnamente questi miei primi 365 giorni passati in 15 nazioni diverse. Dopo una breve visita alla città, un'escursione ad Hahndorf, tipico paesino tedesco nelle verdi colline periferiche ed una mattinata sulla lunga spiaggia di Glenelg, arriva il momento di portarci all'aeroporto per il ritorno di Marco in Italia e per me, il giorno successivo, nuovo mondo da scoprire in Nuova Zelanda, la terra dei Maori. Dopo quasi tre mesi finisce questa avventura in Australia con vari tour, 10.000 km in bus e nove voli aerei. Ho visto posti incredibili e sofferto un caldo asfissiante, ho apprezzato il territorio scorazzando su ciclabili da sogno, ho festeggiato il Natale con Federica e Marco, salutato l'anno nuovo con lo spettacolo unico dei fuochi di Sydney e condiviso con Marco 17 bellissimi giorni finali. Unica nota negativa il costo della vita che resta altissimo essendo l'Australia il posto più caro al mondo. In questo anno ho ritrovato la corsa e son felice, non tanto per il ritorno alle competizioni ma in particolar modo per l'appuntamento giornaliero con il training. E' stato fondamentale avere questo impegno da rispettare, mi ha permesso di regolare il mangiare ed il bere e con la vita tra bar e ristoranti, è stata sicuramente una svolta importante sul mio modo di vivere.

 

VEDI ALTRE TAPPE DEL GIRO DEL MONDO IN 800 GIORNI

 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------