info@forvezeta.it

home
giro mondo 2017-2020
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

bulgaria 2017 romania 2017 ungheria 2017 austria 2017 rep.ceca 2017 polonia 2017 estonia 2017 russia 2017 mongolia 2017 cina 2017 nepal 2017 hong kong 2017 nepal 2018 usa 2018 brasile 2018

 

ROMANIA

La Romania confina a ovest con l'Ungheria e la Serbia, a sud con la Bulgaria, a est con il Mar Nero e la Moldavia e a nord con l'Ucraina. Dopo la sconfitta nella Seconda guerra mondiale, divenne uno Stato comunista nell'orbita del Patto di Varsavia. Nel 1948 venne ufficialmente abolita la monarchia e varata la costituzione della Repubblica Popolare Romena. Tuttavia, nei primi anni di dittatura si registrarono molteplici tentativi insurrezionali anti-stalinisti o complessivamente anti-comunisti, sovente sedati nel sangue. Nel 1965 cominciò forse il periodo più buio della storia romena del XX secolo, con l'avvento del governo dittatoriale del presidente Nicolae Ceaușescu, basato sul terrore e sordo alle aperture interne. Nel 1989 una grande rivolta popolare, "pilotata" da un gruppo di personaggi appartenenti alla vecchia Nomenklatura, coadiuvati dalle strutture della famigerata Securitate (l'onnipresente polizia segreta), si sbarazzarono in fretta di Ceausescu e della sua potente moglie, con un processo sommario di pochi minuti e un'esecuzione altrettanto affrettata e sommaria. Da allora la Romania si è data uno statuto democratico, con una costituzione ispirata ai modelli occidentali. (fonte Wikipedia)

________________________________________________
BUCAREST

MOBILE GALLERY           PC GALLERY

(02)-05/06/2017 treno Sofia-Bucarest: Come primo mezzo di trasporto decido di avvalermi del treno per raggiungere Bucarest, capitale della Romania. La distanza di circa 600 km non e' eccessiva, quel che rende pesante il viaggio sono le 10 ore e la carrozza per niente confortevole. Passaggio alla frontiera senza problemi, con controllo della carta di identità direttamente sul treno. Mi immagino di trovare Bucarest con qualche problema ed invece, con grande stupore, noto ordine, pulizia e cortesia. Le strade sono larghe e scorrevoli, vengono pulite anche di giorno ed ad ogni attraversamento pedonale, gli automobilisti si fermano appena ti vedono sul ciglio. I marciapiedi sono ben tenuti, non c'e' gente che ti importuna chiedendo soldi ed hai sempre la sensazione di essere in un posto sicuro. Veramente non mi aspettavo una città così accogliente, tranquilla e con oasi verdi da sogno. Qui ho trovato uno dei più bei parchi che io abbia mai visto, il Parcul Herastrau, meraviglioso, ben conservato, sorvegliato ed aperto fino a tarda ora. Un grande lago si trova al centro di questa oasi, intorno bar, Hard Rock, chioschi e per la mia felicità, una ciclabile ideale per correre all'ombra di alberi secolari. Una delle cose negative il caldo e l'elevata umidita' che mi han messo al tappeto dopo un'ora di corsa. Il centro citta' e' piazza S. Giorgio con l'omonima chiesa, quindi nei dintorni il quartiere Lipscani identifica la vecchia Bucarest, Piata Revolutiei simbolo della rivolta rumena ed il Parlament l'attuale democrazia.

VEDI ALTRE TAPPE DEL GIRO DEL MONDO DUE

 ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------