info@forvezeta.it

home
giro mondo 2017-2020
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

 

MARATONA BARCELLONA 2011
classifica  -  foto forvezeta  -  video  -  certificato

Una giornata soleggiata e gradevole fa da corollario al nuovo record di partecipanti, 15.075. Le grandi metropoli danno sempre un qualcosa in più e Barcellona non è da meno, percorso caratteristico che tocca gli angoli più belli della città, pubblico numeroso e caldissimo, atmosfera coinvolgente ed una adrenalina inevitabile. Le emozioni vissute vanno al di la delle prestazioni e vale la pena essere ai nastri di partenza, sempre. La vigilia è contrassegnata dal passaggio all'expo, organizzatissimo e celebrato da top e amatori. Molti gli stand presenti con occasioni da valutare e innumerevoli le proposte da considerare, dalle maratone all'abbigliamento sportivo, dagli integratori alle calzature. La mattina della gara tutto si svolge sotto la stretta sorveglianza dell'organizzazione, che predispone accessi e griglie nel migliore dei modi. Plaza de Espanya brilla per la sua bellezza e spettacolari sono le fontane che per l'occasione si accendono e creano uno sfondo suggestivo così come lateralmente dove vanno a delimitare tribune e marciapiedi. La partenza avviene in perfetto orario, alle 8,30, il percorso è all'interno della città con passaggio allo Stadio Camp Nou, la Sagrada Familia, la Torre Agbar, il Porto Olimpico, Placa Catalunya, La Rambla e Avenida Parallel. Non indifferente lo sforzo muscolare per i continui saliscendi e gara da gestire al meglio, sempre accompagnata dai continui incitamenti del pubblico, a momenti straripante. Ristori ogni 5 km con acqua nelle bottigliette, integratori e solidi, stessa cosa per gli spugnaggi, presido dei vigili ad ogni incrocio. Un' ottima maratona che nel tempo è detinata a crescere, ben organizzata e con le credenziali per arrivare ai numeri di altre città europee. Per quanto riguarda la mia prestazione è stata una sofferenza unica, il caldo mi ha prosciugato già prima della mezza ed i crampi mi hanno portato a camminare già al 25°. Non son più riuscito a correre se non a sprazzi ed ho concluso in 4:09:18, che di positivo ha solo il finale, con il ritiro della medaglia. Presenti anche, Ale 3:07:02, Cucciolo 3:29:27, Sei Secondi 3:38:34. oltre ai supporters Pannocchia, Madia, Robi, Agnese. Vittoria di Levi Omari Matebo con il tempo di 02:07:31 e Josephine Ambjörnsson 02:45:31. Per quanto riguarda la città, come itinerario per visitarla il più semplice e suggestivo è quello di Gaudì, genio che ha lasciato un’impronta artistica e stravagante, con forme uniche, che son diventate patrimonio dell’Unesco. La Sagrada Familia è la più famosa ed imponente, iniziata nel 1882 è ancora in fase di ultimazione ( le previsioni dicono 2020 ). Sul grande Passeig de Gracia, parte snob della città, si trovano casa Batllò e casa Milà, splendide per l’ispirazione nel trasformare una residenza in una opera d’arte. Casa Battlò, decorata da mosaici di ceramica e dai balconi con sembianze di scheletri animali, e Casa Milà, da tutti chiamata la Pedrera a causa della sua facciata in pietra apparentemente grezza, offrono immagini suggestive con i camini che dominano la città ed impreziosiscono il panorama. Verso la collina ai bordi della periferia si trova il parco Guell, con le sembianze di un' attrazione per bambini, ma che invece racchiude un’integrazione nel terreno e nella natura, delle varie costruzioni variopinte. Dopo lo splendore tramandato da Gaudì, altre alternative sono legate ai vari musei in zona centro, dove brilla Picasso, con la sua storia segnata da una trasformazione che l'ha portato a creare opere criticate al momento e rivalutate dopo la sua morte. Puntata anche alla Cattedrale nel Barrio Gotico ed al variopinto  mercato della Bouqueria o St.Joseph, una struttura al coperto situata proprio a metà della Rambla, con frutta, verdura, pesce ed ogni genere di alimentare, impreziosito da profumi e colori accattivanti. Per finire una passeggiata al porto e sulla Rambla e se vi piace il calcio, Camp Nou, dove lo spettacolo non manca.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------