info@forvezeta.it

home
giro mondo 2017-2020
1° giro del mondo
viaggi nel mondo
gare disputate
maratone estere
maratone italia
racconti
chi sono

 

 

 

LIVERPOOL E DUBLINO S. PATRICK

                       GALLERIA  FOTO

I 150 anni dell’unità d’Italia coincidono con una delle feste popolari più antiche e celebrate, il St. Patrick's Day, in onore appunto di San Patrizio patrono dell'Irlanda. Nel mondo, ogni comunità Irlandese lo ricorda ogni 17 Marzo, ma è Dublino il teatro principale dei festeggiamenti con canti, maschere, parate e feste di piazza. Approfitto del ponte e mi organizzo con mio figlio Marco per vivere in prima persona questo evento, che paralizza la città per 24 ore ed attira turisti da tutto il mondo. Mi muovo a metà Febbraio, i voli sono alle stelle e per rendere più appetibile la vacanza, opto per una puntatina a Liverpool, mercoledì 16 Marzo. Lo scalo mi fa risparmiare e mi permette di entrare nella storia, quella musicale, con i leggendari Beatles. Entrare al Cavern Club per una pinta, guardare il palco, calcato per quasi 300 esibizioni, sentire musica dal vivo, rigorosamente Beatles, mi riportano agli anni sessanta, alla spensieratezza dell’infanzia, al cambiamento generazionale in atto. Ma la festa è a Dublino dove una massa verde, dalle 12,00, sfila per la città guidata dal Leprecauno, maschera di verde vestito, folletto per antonomasia nella tradizione irlandese che ne incarna anche i vizi: gran bevitore di birra e whisky. Qui raggiungiamo mia nipote Nives con Andrea e altri 2 amici per condividere festeggiamenti e bevute. Terminata la sfilata, spazio alla sfrenatezza nelle vie strette, regno dei pub. Temple Bar è il centro della festa, frequentatissima zona di Dublino, ogni anno accoglie migliaia di turisti pronti a divertirsi in perfetta armonia con gli irlandesi doc. Giovani e meno giovani entrano ed escono dai locali dopo interminabili file e sorseggiano l'agognato cimelio, la Guiness. Ne spilleranno così tanta da mandare in tilt i gestori che si devono affidare ai vigilantes per bloccare le entrate e disciplinare l'ingresso. Per strada si canta e si balla mentre nei locali la musica si alza ed il tasso alcolico raggiunge l'apice quando ormai è buio e la notte impazza. Nonostante l'enorme massa tutto fila senza incidenti, grazie anche alla stretta sorveglianza della polizia locale che con garbo interviene al degenerare della situazione. Anche se il culmine è il 17, il tutto può durare fino a una settimana ed ha come tema unificante il colore verde, in particolare sui vestiti sboccia il trifoglio, emblema della festa. Chi la fa da padrona è la birra e nei giorni a seguire obbligatoria la visita alla leggendaria Guiness, uno storehouse su 5 piani con vista finale sulla città a 360 gradi. Da non perdere le partite di rugby nei pub, uno spettacolo. All'inizio si grida, si incita la squadra ma poi con il passare dei minuti lo sguardo è sempre più al bicchiere e tutto si quieta, se non in occasioni di mete o fatti particolari. Da vedere inoltre la cattedrale di S. Patrick, il parco di St.Stephen’s Green e i maestosi edifici universitari del Trinity College.

  

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------